UN COMMITTENTE ILLUMINATO, 10 GIOVANI ARCHITETTI, UN CONCORSO PER REALIZZARE 30 UNITÀ MONOFAMILIARI. UN VALORE AGGIUNTO: L'ECCELLENZA DELLA QUALITÀ IN ARCHITETTURA. PAROLE CHIAVE: SOSTENIBILITÈ, INNOVAZIONE, FLESSIBILITÀ.

Progetti

mag.MA architetture e Gecoarch

Il progetto architettonico si è evoluto di pari passo con le considerazioni di corretto inserimento ambientale e bioclimatiche. Il fabbricato si presenta come un volume compatto dalle forme semplici ed essenziali, un volume che cerca di inserirsi silenziosamente in un contesto ambientale di pregio, dove elemento dominante è la natura.

Il corretto utilizzo della luce solare in tutte le sue possibili declinazioni è stato l'elemento cardine su cui ha ruotato la progettazione della casa unifamiliare. Per beneficiare al meglio dell'apporto solare, il corpo di fabbrica è risolto in una scatola lunga e stretta che si estende in senso longitudinale, ricercando al contempo un rapporto con il paesaggio e la natura attraverso diversi dispositivi di relazione, come gli spazi “prolungati” delle stanze negli spazi di connessione, le ampie aperture, i pieni e i vuoti, i materiali che cercano un legame diretto con il territorio che li ospita. Il concetto di scalabilità e modularità è stato approfondito e declinato a diversi livelli: dimensionale, energetico, impiantistico, materico, domotico. Il progetto si basa su moduli di dimensioni differenti, in grado di essere aggregati con tempistiche differenti al fine di ottenere un'evoluzione della tipologia per fasi successive

Il modulo 1, un volume di 377 mc, individua la tipologia base A, rivolta ad una composizione familiare tipo di tre/quattro persone. Questa tipologia evolve facilmente nella tipologia B mediante il semplice accostamento del modulo 2, un volume di 205 mc per un totale di 582 mc, per una composizione familiare di quattro persone più due ospiti.

La tipologia C prende forma dalla sovrapposizione del modulo 3, un volume di 330 mc, sul modulo 1, per un totale 912 mc. Questa tipologia è indirizzata ad una famiglia di 5/6 persone più 3 ospiti.

Anche a livello di finiture è possibile migliorare e modificare le caratteristiche tipologiche della casa.

torna all'elenco progetti

1 commento a "mag.MA architetture e Gecoarch"

  • urizzato il 02 aprile 2011:

    peccato gli alzati e complessivamente le rappresentazioni di progetto, piuttosto scadenti

Invia nuovo commento

  • Vedi anche

  • Concorso

    Ad aprile la giuria premierà i 3 migliori progetti. A settembre saranno realizzate le prime show villa.

  • Giuria

    Stefano Sist, Matteo Thun, Roberto Bianconi, Stefano Poretta, Luca Molinari, Ivan De Lettera.

  • Partecipanti

    Selezionati tra gli architetti emergenti che si sono già distinti in progetti particolarmente innovativi, o per la sensibilità nei confronti del contesto.

  • Blog

    Opinioni, commenti, notizie, video, eventi, articoli e continui aggiornamenti sul progetto CA'POZZI.

Iscriviti per poter ricevere la nostra newsletter.

È sufficiente inserire il tuo indirizzo email. Dopo l'iscrizione potrai continuare ad essere informato sull'evoluzione del progetto CA'POZZI attraverso la nostra newsletter.